Da Visitare a Finale Emilia

Luoghi da Vedere a Finale Emilia

Finale Emilia, in provincia di Modena, conserva numerosi monumenti di tipo religioso e non solo, che in seguito al terremoto che ha colpito il territorio modenese nel 2012, sono stati purtroppo notevolmente rovinati.

Degna di nota è la Rocca che domina il centro cittadino; l'edificio è stato costruito sui resti di precedenti fortificazioni per volontà del duca Nicolò III d'Este.

I lavori di costruzione vennero affidati nel 1402 a Bartolino da Novara, che si era precedentemente occupato dei castelli di Ferrara e Mantova.

Con l'intervento di Giovanni da Siena venne rimossa la parte vecchia e cadente e vennero erette le fondamenta del Castello delle Rocche, di forma rettangolare con quattro torrioni ai lati e uno centrale di grande dimensione; il cortile venne ornato con un loggiato a tre ordini.

Verso il 1600 un'alluvione del Panaro lo seppellì e iniziò il periodo di decadenza del castello; con l'inizio del seicento le guerre e le numerose truppe che passarono sul territorio di Finale portarono senza dubbio l'edificio ad un grave stato di degrado. Nel corso degli anni il castello è stato adattato per essere la residenza degli Este; lo stabile è rimasto gravemente danneggiato dopo il terremoto del 2012.

A caratterizzare la cittadina di Finale Emilia troviamo anche altri cinque edifici. Il Palazzo Comunale, in stile barocco, risale al 1774 e conserva l'orologio con la statua di S. Zenone, protettore della città.

La chiesa di San Bartolomeo, conosciuta anche come della "Buona Morte" è stata edificata nel 1504 dai membri della Confraternita della Buona Morte; sull'altare maggiore troviamo una tela raffigurante San Bartolomeo.

Infine citiano la Torre dei Modenesi, denominata anche Torre dell'Orologio, è stata eretta nel 1213 e purtroppo nel maggio del 2012 è crollata a causa del terremoto, il Teatro Sociale e il Cimitero degli Ebrei.